[..la chiamavano "fame d'amore", tante o meglio
troppe rinunce per chiunque fosse entrato in quel tunnel,
un tunnel in cui "il prossimo,il remoto, il passato e il futuro" non sarebbero più stati niente.
Amava le sue ossa, aveva incarnato la morte un po' per scomparire, un po' perchè senza l'amore di sua madre non poteva vivere.
Una lotta contro il cibo dittatoriale,
una mosca cieca in cui si continua a girare e rigirare.]

lunedì 25 gennaio 2010

^^

Ciao stelline mie!

5°giorno che seguo la dieta.
Ancora pensieri scomodi, molto scomodi.
Ma cerco di non demordere, con la terribile, maledettissima,
paura di cadere,
e finire x ricominciare tutto da capo.
Tutto lo schifo che è cosi difficile lasciare alle spalle.

E' doloroso.

Vi tengo aggiornate, spero di aver piu tempo x parlarvi di ciò k mi sta passando x la testa.
Dal distrarmi, dal mangiare snz pensare, seguire la dieta meccanicamente x poi scoprirmi a restringere anche senza volerlo, passare giorni in cui non ci credi, e poi ti arriva il momento in cui ti crolla tutto e ti accorgi che
quel vuoto è sempre e cmq.
Presente.

Ho evitato l'abbuffata x 5 giorni, ovvio non cambierà tutto di colpo, risuccederà.
Stavolta xò bisognerebbe aver la forza x limitarla ad un solo pasto, tipo, contenerla.


Ho paura.
Mi appiglio a ciò che gli altri mi danno, all'affetto che desidero e che non sempre mi viene dato.
Allo stesso tempo so essere distante anni luce.
So isolarmi, farmi del male senza accorgermene, semplicemente xk è la cosa più ovvia.

Non so che dire.
Mi sento dissociata.
Divisa in due.
Vorrei solo riappropiarmi di me stessa, x lo meno.

9 commenti:

memy ha detto...

cara ti sono vcina..ti cammino di fianco e se cadrai guarda dietro..sono qui ti tenog io..oppure cadremo assieme!!

.oO_aLiSoN kEnNaN_Oo. ha detto...

capisco come ti senti...anch'io ogni tanto riesco ad evitare le abbuffate per una settimana...poi però cedo di nuovo, e tutto mi crolla addosso...
fai bene a pensare che potrebbe succedere da un momento all'altro, ho imparato anch'io a farlo, in modo da non sentirmi un'emerita idiota per aver pensato di esserne finalmente uscita...
sei sulla strada giusta :)
vedrai che poco a poco persino il sentore dell'abbuffata scomparirà, e sarai finalmente libera :)
un abbraccio :*
alison

vale84 ha detto...

Spero che questa dieta non significhi restringere perchè questa non è la via d'uscita. Bisogna mangiare tutto!!!
Ti abbraccio forte...

..Brit° ha detto...

dai dai dai che sei forte...io sn cn te... :) un abbraccio

bolledipaura ha detto...

se posso voglio darti anche io un piccolo incoraggiamento..spero possa esserti di tanto aiuto..
anche tu,se vuoi, io sono qui.
ti abbraccio..

Alice and my world ha detto...

Eh..dualismi.
eppure siamo uniche, ma ci sentiamo due, a volte tre...a volte anche di più.
Eppure....siamo noi.
E' necessario accettare tutte le nostre parti, anche se non è semplice per niente.
"Siediti sulle rive del fiume, prima o poi passerà il cadavere del nemico".
Prenditi tempo, il vuoto và riempito a poco a poco.
Un abbraccio...dai che manca poco....a domenica.
iO e Alice ti auguriamo una buona notte.

Veggie ha detto...

Mi sento anch'io come "sdoppiata" a volte... Scrivo delle lettere da me stessa per me stessa... e questo mi aiuta, perciò, magari puoi provarsi anche tu...
Comunque, se stai riuscendo a seguire la dieta... CHAPEAUX, non so che altro dirti... Ovvio, non sarà sempre così liscia... le ricadute ci saranno semplicemente eprchè siamo umane... Non è questo l'importante... L'impotrante è che dopo la ricaduta ti riprendi di nuovo la tua dieta e ricominci a seguirla come prima... nella cosapevolezza che non è l'errore di una giornata che rovinerà il percorso di una vita...

P.S.= Rispondo prestissimo alla tua mail... stay tuned! ^__^

evaluna ha detto...

Oggi ho letto una frase ripresa da Nelson Mandela, probabilmente non ci azzecca con il post, ma mi ha fatto pensare a te:
" La nostra paura piu' profonda non e' di essere inadeguati.
La nostra paura piu' profonda e' di essere potenti oltre ogni limite.
E' la nostra luce, non la nostra oscurita' a spaventarci.
Ci chiediamo: " Chi sono io per brillare, straordinaria, ricca di talento?".
Ma in realta' chi siamo per non esserlo?".

Abbi piu' fiducia in te stessa, le cadute arriveranno ancora, ma se sei consapevole del potere che e' in te ti rialzerai ogni volta con una forza sempre maggiore, e non dovrai dipendere da cio' che gli altri possono darti o meno per essere libera...

Lena ha detto...

...Fighter,
mi dispiace davvero tanto di leggere della tua amarezza e della tua ansia.
Mentre le scrivo, le mie parole mi sembrano così banali, così impotenti davanti al tuo dolore. POsso solo dirti che spero presto vada meglio. Che devi continuare a lottare e che sono certa che, come dice Dony che forse parla anche con una conoscenza maggiore della mia, ti rialzerai ogni volta con una forza maggiore. Ti abbraccio forte, principessa.