[..la chiamavano "fame d'amore", tante o meglio
troppe rinunce per chiunque fosse entrato in quel tunnel,
un tunnel in cui "il prossimo,il remoto, il passato e il futuro" non sarebbero più stati niente.
Amava le sue ossa, aveva incarnato la morte un po' per scomparire, un po' perchè senza l'amore di sua madre non poteva vivere.
Una lotta contro il cibo dittatoriale,
una mosca cieca in cui si continua a girare e rigirare.]

mercoledì 6 gennaio 2010

__




Qualcuno mi salvi.
Perchè, cm dice Contra, devo imparare a stare da sola con me stessa.
Ma ovviamente qui intorno c'è solo un grande vuoto.
Che palle.
Non ci sono obbiettivi, cose da fare, solo tempo perso.
Buttato.



Mi manca la danza.
E un odio profondo,
un rabbia informe,
mi dilania il petto.

14 commenti:

Musidora ha detto...

Sono giorni vacui concordo, il vuoto ci fa paura e cerchiamo sempre di riempirci di cose da fare per non sentire quella sensazione di disagio che nasce nel momento in cui ci troviamo sole con noi stesse.
Ma non siamo "solo sole" perchè appunto siamo con noi stesse:) Le noi stesse a cui dobbiamo prestare ascolto per avere un'attenzione diversa.
Che bella la danza, per me è fondamentale poter danzare, anche se io non sono affatto capace, mi piace comunque l'idea di danza che nasce anche dalle parole, dalle cose, da tutto il nostro io!

"Bisogna avere il caos dentro di sè per generare una stella che sappia danzare", Nietzsche

Alice and my world ha detto...

Imparare a stare da soli con se stessi, come ti dice Contra, è davvero fondamentale.
Il vuoto è "normale", c'è perchè abbiamo un sacco di bisogni e necessità che ci divorano.
Sembra stupido ma a volte è necessario "perdere tempo", in realtà questo tempo non è perso...ci hanno inculcato che non agire e riflettere è tempo perso, ma fidati che non è così.
A volte c'è bisogno di stasi, per capire in che direzione muoversi, per capire di cos'ha in realtà "fame" questo vuoto.
La forza dentro la troverai...già ne hai...te l'ho letta nello sguardo....guarda dove sei ora..guarda come a passi gianteschi ora sei qui.
Coraggio, non farti divorare dalla nostalgia e dai rimpianti.
Rileggi la citazione che hai messo...Nietzsche...rileggila ogni volta che il caos si impossessa di te.
iO e Alice ti abbracciamo fortissimo.

_Lady Sissi_ ha detto...

ihih ho letto il commento, graccie <3
a me piace tantooooo il cavolo sbaaaaaaav xD

memy ha detto...

ricomincia dalla danza sì si danza per casa,danza nella testa..riempi il vuoto..

CONTRA ha detto...

Te ne parlerò.
Più avanti.
Faccia a faccia.
Idee.

Un abbraccione fortissimo

Con orrore ha detto...

Quello che dice contra è sicuramente giusto, imparare a vivere con se stessi quando si è da soli. Perchè le abbuffate non portano a niente. Le vomitate non portano a nulla. E poi, io ti ho vista in quella foto dove siete tutte insieme..e sei bellissima. Sembri una principessa. Quindi,promettimi ancora oggi che non sentirai il vuoto perchè c'è gente che ti ama. Prometti che non ti abbufferai perchè..perchè hai "solo" bisogno d'amore e sei una persona fantastica e te ne meriti.

Aisling ha detto...

Conosco quelle sensazioni stellina...La sensazione di vuoto, in cui non riesci a fare nulla, non lasciare che ti invada, non farti inghiottire da quella voragine, non sei sola...Concordo con Contra ed E, non è tempo perso, è tempo che dedichiamo alla nostra anima e non è sprecato....
Ti voglio bene e ti abbraccio forte...

Musa Malata ha detto...

:)
un abbraccio piccola

evaluna ha detto...

Fighter, tu sei perfettamente in grado di salvare te stessa.
Continua a cercare, anche disperatamente, anche cio' che non conosci come la danza, e nel tentativo di assimilarlo potrai finalmente cambiare te stessa in meglio.
Non sotterrare i problemi sotto la rabbia e l'odio, trova la voglia di affrontarli e trovare una soluzione, per far posto a qualcosa di nuovo e sconosciuto che spero colmera' il vuoto che hai dentro.
Ti abbraccio forte, principessa dai lunghi capelli biondi e dallo splendido viso...
Dony

vale84 ha detto...

Come ti capisco...provo le stesse emozioni anche io!!!Baci...

Iwillbe ha detto...

è difficile imparare a stare da soli.. soprattutto quando devi farlo dopo tanto tempo che da sola non ci stavi mai..
o quando ti rendi conto del vuoto intorno..
ma ce la puoi fare.. e quando sei sola, danza, visto che ti manca.. danza per te stessa, non c'è bisogno che qualcuno ti guardi.. se ami la danza, quell'amore riempirà un po' del vuoto..

Lena ha detto...

Principessina dolce e dalla lunga chioma, forse non lo sai quanta luce irradia dal tuo sorriso...:) Non lasciare che la rabbia ti schiacci, trasformala, dalle un nuovo volto, fa che sia la spinta per lottare...un abbraccio forte, 'non più anonima'..:)

Veggie ha detto...

Il vuoto è l'inizio di tutte le cose... Adesso, pian piano, devi cercar di riempirlo... Mettendoci dentro tutte quelle piccole cose che ti possono far stare bene... Tutte le tue passioni... Perchè non ci credo che tu non abbia neanche una cosa che ti piace fare e che ti faccia sentire contenta quando la fai... Perciò, prova neanche tanto a pensare in grande, ma a concentrarti su quelle che sono le piccole cose che, nell'immediato, possono farti stare meglio... e prova ad usare quelle per riempire il vuoto che senti... Perchè il vuoto all'inizio dà smattimento, lo so... Ma è proprio da quello che si parte per riempire, per costruire qualcosa di nuovo e di positivo...

_Lady Sissi_ ha detto...

si è vero puo sembrare un controsenso..però io sono davvero convinta di fermarmi quando sarà necessario..cioe non aspiro ai 27 kg..ho un mio limite..^^
kiss <3